Lettera d'Incarico

AUTORIZZAZIONE AL PROCACCIAMENTO DI AFFARI

 

Con la presente scrittura privata, da valere fra le parti a tutti gli effetti di legge, tra la società CoffeShop srls  con sede in Tortona (AL), Corso Don Orione 142/A R.E.A. AL262329, Codice Fiscale e partita I.V.A. n° 02516070063 rappresentata dal signor Giovanni Gallini munito degli occorrenti poteri come da Statuto sociale (ora in avanti denominata “mandante”),

 

e la Signoria Vostra (ora in avanti denominato “procacciatore d’affari”)

 

Si stipula e conviene quanto segue:

 

1. Oggetto

 

1a. La mandante autorizza il Procacciatore d’affari, che contestualmente accetta di procacciare affari afferenti la fornitura dei seguenti servizi/prodotti:

 

  1. Macchine da caffè in capsule e cialde
  2. Capsule e cialde caffè compatibili
  3. Prodotti presenti nel listino ufficiale COFFESHOP

 

2. Attività di procacciamento

 

2a. Assumendosi il procacciatore d’affari l’incarico limitato alla sola segnalazione di affari, promuoverà non stabilmente l’acquisizione delle richieste di fornitura di servizi/prodotti di cui all’art. 1.

2b. L’attività di procacciamento costituirà per il procacciatore d’affari attività secondaria ed occasionale che svolgerà liberamente senza nessun vincolo di stabilità e subordinazione nei confronti della mandante e avrà piena libertà di orario, di impiego del suo tempo e scelta di organizzazione.

2c. Il procacciatore d’affari non deterrà alcun potere per conto della mandante; eventuali poteri di rappresentanza potranno essere proposti di volta in volta con appropriata autorizzazione scritta.

2d. Il procacciatore d’affari si asterrà dal fornire a chiunque qualsiasi informazione che potrà essere in suo possesso, su affari o clienti, che possano indurre in errore sulla natura e sulle caratteristiche dei servizi/prodotti della mandante o arrecare danno alla stessa.

 

3. Non esclusività

 

3a. Il procacciatore d’affari non ha alcuna esclusività territoriale e la mandante è libera di agire direttamente o indirettamente attraverso agenti rivenditori o intermediari di qualsiasi tipo.

3b. Il procacciatore d’affari, potrà inviare alla mandante tramite accesso autorizzato al sito internet www.coffeshopnetwork.it oppure www.dropshopping.network un prospetto riportante i nominativi per la conclusione di contratti rientranti nel presente accordo. La mandante metterà a disposizione della propria rete vendita ed anche, perciò, del procacciatore d’affari, una procedura di controllo per verificare se i soggetti economici destinatari di operazione di marketing siano liberi oppure già clienti oppure in procinto di divenire clienti di della mandante.

3c. Con i soggetti economici individuati o segnalati dal procacciatore d’affari, la mandante non potrà concludere nuovi contratti direttamente, per tutta la durata del contratto, a qualsiasi titolo, per quanto concerne i servizi/prodotti di cui all'art. 1, se non riconoscendo le provvigioni, ai sensi e nei modi e termini di cui all'art.4 del presente accordo.

3d. La mandante riconosce al procacciatore d’affari la possibilità di avvalersi di propri “collaboratori”

3e. I suddetti “collaboratori” saranno segnalati appositamente dal procacciatore d’affari alla mandante, la quale deciderà, a suo insindacabile giudizio, se accettarli o meno. Nello stesso modo se, dopo accettazione iniziale dei collaboratori segnalati dal procacciatore d’affari, la mandante rilevasse nel tempo comportamenti o azioni in contrasto con le politiche aziendali oppure lesive della propria immagine si riserva la facoltà di sospendere l’autorizzazione al procacciamento di affari del collaboratore in questione, salvo, sempre secondo la regola del buon senso, la possibilità di recuperare la situazione e quindi la reintegrazione del collaboratore in questione.

 

4. Ordini

 

4a. La mandante a suo insindacabile giudizio, è libera di accettare o rifiutare gli ordini procacciati, ove per ordine si intende uno dei contratti di fornitura di servizi/prodotti forniti dalla mandante.

4b. In caso di rifiuto di cui al punto sopra, la mandante non potrà accettare o concludere nuovi contratti per tutta la durata del presente contratto, sia direttamente che indirettamente con i soggetti rifiutati se non per il tramite del procacciatore d’affari.

4c. Fa eccezione al precedente punto qualunque contatto al quale il procacciatore d’affari sia giunto per mezzo di nominativi forniti dalla mandante sia direttamente che indirettamente. Da parte sua, il procacciatore d’affari si impegna alla massima lealtà e correttezza professionale. Si impegna inoltre a non intrattenere in proprio affari con i clienti della mandante con i quali entrerà in relazione in virtù del presente accordo per tutta la durata del presente contratto e per i successivi 12 mesi dalla conclusione dello stesso.

4d. Il procacciatore d’affari si atterrà ai prezzi e alle condizioni generali di vendita dettate dalla mandante.

4e. La mandante si impegna a comunicare, tramite i mezzi messi a disposizione del procacciatore di affari, tempestivamente gli aggiornamenti delle variazioni di listino e le eventuali modificate condizioni di vendita

4f. Il procacciatore d’affari non potrà concedere sconti sul prezzo dei servizi/prodotti offerti se non a seguito di precisa autorizzazione scritta della mandante.

 

5. Provvigioni

 

5a. Sugli affari procacciati ed andati a buon fine, la mandante riconosce al procacciatore d’affari una commissione come da Allegato A che è parte integrante del presente contratto.

5b. La fatturazione dei servizi/prodotti sarà di competenza esclusiva della mandante.

5c. Le commissioni saranno pagate al procacciatore d’affari mediante bonifico bancario, ricarica poste pay o ricarica account Paypal, salvo diverso accordo tra le parti, dopo che l'importo della fornitura effettuata sia stato totalmente incassato dalla mandante e dopo il ricevimento di un regolare documento contabile emesso dal procacciatore d’affari in relazione al compenso maturato.

5d. Dette commissioni verranno pagate entro 60 (sessanta) giorni successivi alla scadenza di ogni mese e al raggiungimento minimo di 50,00. La mandante metterà a disposizione del procacciatore d’affari il prospetto delle spettanze sulla base delle forniture incassate nel corso del mese stesso, unitamente all'importo delle commissioni così determinate.

5e. Il suddetto compenso è omnicomprensivo delle possibili spese sostenute dal procacciatore d’affari per lo svolgimento dell'attività prestata in favore della mandante.

5f. Resta inteso che nel caso in cui la trattativa per la conclusione dell'affare non raggiunga conclusione positiva, al procacciatore d’affari non sarà dovuto alcun compenso od indennità.

5g. La mandante a suo insindacabile giudizio potrà fornire il procacciatore di affari materiale o merce in conto deposito per eventuali conclusioni di affari, il procacciatore di affari si impegna a custodire e a mantenere suddetto materiale o merce nel migliore dei modi nella sua piena responsabilità.

5h. Il materiale o merce in conto deposito dovrà essere restituita nello stato in cui è stata affidata dietro richiesta scritta della mandante o dietro pagamento del relativo corrispettivo del valore commerciale.

5i. Il materiale o merce affidata in conto deposito sarà regolamentata da apposito modulo scritto di affidamento che il procacciatore accetta dietro firma contestuale al ricevimento del materiale o merce (se ritirato direttamente in azienda) o dietro firma del ricevimento del materiale o merce nell’apposita ricevuta rilasciata dal corriere o persona autorizzata alla consegna.

5l. Per la merce o materiale affidato in conto deposito si applicano i punti 4,5,6.

 

6. Incassi

 

6a. La gestione amministrativa, la riscossione e gli eventuali solleciti di pagamento sarà di esclusiva spettanza della mandante, tranne in quei casi dove il procacciatore di affari di volta in volta è autorizzato all’incasso in forma scritta allegata ad ogni affare proposto, con l’impegno di versare quanto incassato entro e non oltre 7 giorni lavorativi, pena la decadenza del presente contratto e la sospensione di tutte le autorizzazioni agli incassi che sarà inviata al procacciatore di affari in forma scritta tramite mail PEC.

 

7. Durata

 

7a. Il presente mandato avrà validità dalla data di accettazione della mandante all’autorizzazione al procacciamento di affari. Farà fede per la data di accettazione la conferma della mail inviata al procacciatore di affari che lo autorizza all’uso dei mezzi messi a disposizione del procacciatore di affari stesso dalla mandante

7b. Ciascuna delle parti potrà recedere dalla presente autorizzazione senza preavviso e senza alcuna penalità.

7c. La mandante si riserva il diritto di sospendere la presente autorizzazione se nell’arco di 60 giorni consecutivi non vengono proposti affari e di recedere dalla presente autorizzazione se nell’arco di 120 giorni consecutivi non vengono proposti affari.

7d. Il recesso della presente autorizzazione dovuto ai 120 giorni consecutivi senza proporre affari comporta la perdita totale delle commissioni maturate ed ogni diritto acquisito durante il periodo di autorizzazione.

 

8. Fiscalità

 

8a. Il procacciatore di affari sotto la sua completa responsabilità dichiara:

  1. di non essere soggetto passivo Iva per la prestazione offerta e che il corrispettivo ricevuto costituisce prestazione occasionale pertanto non rientrante fra le operazioni imponibili Iva previste dall’articolo 5, del DPR n. 633/72;
  2. che agli effetti della circolare INPS n. 103/2004 recante chiarimenti circa l’attuazione dell’articolo 44 della Legge n. 326/2003, alla data di autorizzazione, i compensi lordi percepiti nell’anno, per prestazione di lavoro autonomo occasionale non superano € 5.000,00 (cinquemila).

 

9. Termini Legali

 

9a. Il procacciatore di affari dichiara di essere maggiorenne e residente in Italia.

9b. Per poter accedere ai servizi il procacciatore di affari deve registrarsi al portale www.coffeshopnetwork.it oppure www.dropshopping.network e fornire i suoi dati, la mail e un numero di telefono che saranno trattati secondo le Normative correnti sulla Privacy

9c. Il procacciatore di affari è consapevole che qualsiasi violazione della presente autorizzazione può portare ad una interruzione immediata della stessa senza obbligo della mandate di nessuna comunicazione scritta o verbale.

9d. Il procacciatore di affari è consapevole che si tratta di un’attività sporadica ed occasionale, di conseguenza puoi lavorarci in base alle sue circostanze e quando vuole sempre rispettando l’art. 7.

9e. Il procacciatore di affari è consapevole che è il diretto responsabile per il suo personale materiale divulgato e non ufficiale, di conseguenza ogni violazione può portare alla cancellazione dell’autorizzazione.

9f. Il procacciatore di affari prende atto di avere compreso che la mandante non sarà responsabile, né direttamente né indirettamente, per eventuali guadagni sperati o costi sostenuti dal procacciatore di affari stesso.

9g. Il procacciatore di affari dichiara di essere consapevole di non ritenere la mandante responsabile per eventuali ritardi nella conclusione degli affari proposti non imputabili alla mandante stessa.

 

10. Diritti della mandante

 

10a. La mandante si riserva il diritto di modificare i prezzi e le commissioni in qualsiasi momento e per qualsiasi ragione, senza notifiche.

10b. La mandante potrebbe, in base alle disponibilità di magazzino, eliminare un prodotto o aggiungerne altri in qualsiasi momento.

10c. La mandante potrebbe richiedere al Procacciatore di affari eventuali rimborsi delle spese sostenute per portare a termine un affare se ritiene il Procacciatore di affari stesso responsabile della non conclusione dell’affare da egli proposto.

 

11. Legge applicabile

 

11a. Al presente accordo si applica la legge italiana.

 

12. Controversie

 

12a. Tutte le controversie che dovessero insorgere in relazione al presente contratto, comprese quelle inerenti la sua validità, interpretazione, esecuzione e risoluzione, saranno deferite alla decisione di un arbitro, da nominarsi in conformità del “regolamento arbitrale nazionale” della camera arbitrale nazionale ed internazionale di Alessandria, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare, con particolare riferimento, ma non limitatamente alle modalità di designazione degli arbitri. L’arbitro unico deciderà in via rituale, secondo diritto. Le parti si impegnano a dare pronta e puntuale esecuzione alla decisione dell’arbitro che sin da ora riconoscono come espressione della loro stessa volontà contrattuale.

 

12b. Con la conferma di accettazione del presente accordo il procacciatore d’affari esonera la mandante da qualsiasi responsabilità civile e penale nell’espletamento delle attività affidatogli. Le parti del presente accordo si danno reciproco atto che le prestazioni svolte dal procacciatore d’affari hanno natura di collaborazione autonoma e occasionale e che, conseguentemente, il rapporto costituito in forza del presente contratto non è, né può essere considerato di subordinazione o di para subordinazione (ne potrà in un futuro essere trasformato in tal senso), tenuto conto che l’attività non ha vincoli di orario, che il procacciatore d’affari svolgerà le predette prestazioni in totale autonomia pur nel rispetto del presente contratto.

 

 

Ai sensi e per gli effetti degli art. 1341 e 1342 cod. civ. il procacciatore d’affari approva specificatamente gli art. 2 (Attività di procacciamento), 3 (Non esclusività),4 (Ordini), 5 (Provvigioni) 6 (Incassi), 7 (durata), 8 (Fiscalità), 9 (Termini Legali) 10 (diritti della mandante), 11 (Legge applicabile), 12 (controversie)